Home » Dalla nostra comunita' » Luciano Crociani

Luciano Crociani

Luciano Crociani - VocePentecostale

La guerra mi aveva lasciato segni indelebili sul mio giovanissimo fisico. Col passare degli anni le mie condizioni andavano sempre peggiorando...

...  Il rimedio per allungare di qualche anno la mia vita, era quello di recidere un polmone. In quel tempo nella mia casa, prestava servizio una operatrice domestica evangelica. Questa donna era una vera figliola di Dio e da sincera credente, oltre che alla evangelizzazione personale, la sua vita era costellata da una grande rettitudine. La vita di questa donna in famiglia non scorreva facile, aveva un marito che si ubriacava e la picchiava continuamente, ma lei aveva qualche cosa di speciale, perche' il suo viso era sempre raggiante di gioia e cantava inni di lode al Signore. Poiche’ le tristi condizioni familiari non toccavano minimamente la sua gioia spirituale, fui attratto da questa strana e meravigliosa persona e un giorno le dissi : “Maria, come fai a cantare ed essere felice con quell'inferno che c'e’ in casa tua ?” e lei senza scomporsi minimamente rispose :" Perche' io ho Gesu' nel mio cuore !” io risposi "Ma io non ho Gesu' ?" lei disse : "No ! tu non hai Gesu' " "E allora chi ho ?" "tu hai il diavolo, sei un peccatore !"; Questa risposta cosi' dura mi indusse a tanta riflessione. Maria non sapeva ne leggere ne scrivere, ma dal pastore della sua chiesa si faceva segnare i passi piu' salienti della Bibbia e mi li faceva leggere. Un giorno la lettura della Bibbia era sullo Spirito Santo.Questa esperienza dello Spirito Santo desto' in me una grande apprensione e ne volli sapere di piu'. Ci mettemmo in preghiera e Maria incomincio' a pregare e parlare in una lingua a me assolutamente incomprensibile. Senza perdere tempo, chiamai un mio amico, studioso e conoscitore di lingue straniere. Insieme ascoltammo la preghiera di Maria e con grande stupore il mio amico comprendeva questa lingua che era un greco antico, conosciuto da pochissime persone. Il testo di questo messaggio in greco dato da una persona analfabeta, era il piano di redenzione offerto per grazia a questo studioso. Le mie condizioni di salute peggioravano e il mio giovane fisico atleta, accademico e pieno di progetti ora stava per andarsene. Nella notte piu' profonda della mia vita mi ricordai che Maria mi aveva parlato di una chiesa evangelica. Vi andai ed ascoltai il messaggio della salvezza, che sembrava indirizzato proprio a me : ";Padre, ho peccato contro il cielo e contro Te."; Come e' scritto in Luca 15 :18. Mi riconobbi peccatore, lontano dalla grazia di Dio. I fratelli pregarono per me, durante la preghiera sentii come se sotto i miei piedi vi fosse un filo di corrente elettrica e questa corrente attraversava tutto il mio corpo. Apersi gli occhi e guardai bene se vi fosse stato qualche trucco, ma non c'era niente. Finita la preghiera, poiche' non conoscevo nessuno, imboccai la porta della chiesa ed andai via. Appena fuori, provai a respirare e con mia grande meraviglia i miei polmoni malati, ora potevano di nuovo pompare aria e incominciai a respirare a pieni polmoni, senza dolore e difficolta'. Incominciai a ringraziare Iddio e in questo preciso momento sentii una grande gioia. La mia vita era completamente rinnovata, tutto era cambiato in me ed anche intorno a me. Il cielo, le stelle, gli alberi, le persone, tutto era diventato diverso. Tutto era puro e bello, era come una nuova creazione. Forse era come prima che il peccato prendesse potere nel giardino dell'Eden? No ! Intorno a me era tutto come prima; come lessi nel vangelo di Giovanni al capitolo 3:7, il miracolo era avvenuto, nella mia vita. Una nuova natura  era nata in me. La Bibbia chiama questa esperienza la "La Nuova Nascita" In secondo corinzi 5:17-19 dice : "Le cose vecchie sono passate, tutto e' diventato nuovo". Una nuova vita era stata messa dentro di me (Romani 6 :4) , la nuova vita. Tornato a casa, i miei si accorsero subito che qualche cosa era avvenuta nella mia vita. Ero una nuova persona, mi sentivo cambiato, pieno di gioia e respiravo bene. Prima che io potessi raccontare la mia grande esperienza e quello che provavo avere incontrato Gesu' il Salvatore Del mondo, ed avere ricevuto due miracoli : il perdono di tutti i miei peccati e la guarigione del mio corpo, loro mi dissero con il viso crucciato : "Dove sei stato questa sera ?"; ed io con tanto amore ed umilta' risposi : "in una chiesa evangelica" Questo addoloro' tanto mia madre, si butto' ai piedi piangendo, implorandomi di non disonorare la nostra famiglia. Mio padre vedendo mia madre cosi' costernata, mi picchio'. Nella nostra, famiglia vi erano dei potenti prelati e la mia conversione avrebbe portato grande disonore. Mia madre, dal dispiacere si ammalo'. Fui tanto addolorato per la malattia di mia madre. Vedendola soffrire per colpa mia e non poterla aiutare. L'avrei aiutata solo rinnegando Gesu', ma io non potevo rinnegare Gesu'. Pregavo e piangevo giorno e notte per questa invivibile situazione che si era create in casa nostra. Poi lessi Marco 10 :29,30. Nella sua volonta'. Dio ci da la risposta a tutto quello che di strano ci fa soffrire, e al suo tempo accomoda ogni cosa, ci asciuga le lacrime e ci consola. Per un anno fui ignorato completamente dai miei familiari, dopo di che mi raccolsero in seno alla famiglia. Ho potuto dire : ";Se tarda aspettalo perche' per certo verra'"; (Abacuc 2.3) Era l'anno 1950 ed io allora avevo 25 anni . Da quel tempo ho incominciato a predicare l'evangelo a pieni polmoni Ero guarito ! Il Signore mi ha dato la forza di predicare la Parola di Dio per circa 50 anni. Da allora ho messo la mia vita a disposizione dell'Eterno. Mi sono reso disponibile in tutto quello che il mio Signore chiedeva da me : pulire la chiesa, visitare gli in fermi, assistere le persone anziane, insegnare ai ragazzi, guidare i giovani, evangelizzare e predicare), questo mi aiuto' molto nella crescita spirituale. Questi incontri quotidiani di preghiera furono determinanti per la mia formazione cristiana. Voglio dire ad ogni giovane aspirante servo dell'Eterno, non ricercare il successo, ma ricerca il Signore. Ricercalo sulle tue ginocchia, unisciti a qualche fratello piu' anziano di te, che vive una vita santa e consacrata. Ubbidisci alla Parola di Dio in umilta'. Non sceglierti da te il servizio. Lascia al Signore la liberta' assoluta nella tua vita. Che sia un incarico remunerato o meno non importa. Pensa che l'opera tua e' per il RE. Nel campo del Signore la parola carriera non deve esistere. c'e' solo SERVIRE ! In tutti questi anni che sono stato al Suo servizio, ogni giorno il Signore si e' preso cura di me dandomi nuove forze e arricchendomi di benedizione. La mia vita e' circondata dai benefici dell'Eterno. Ora voglio fare mie le parole dell'apostolo Paolo : per me il vivere e' Cristo, il morire e' guadagno e ancora; ";Ho combattuto il buon combattimento , ho serbato la fede ed ora mi aspetta la corona della vita.

LINK

LINK - VocePentecostale

Link al sito di Porte Aperte. Credenti perseguitati nel mondo

LINK - VocePentecostale

Joni and Friends Italia Associazione di volontariato a favore dei disabili

LINK - VocePentecostale

Compassion Italia onlus si occupa di sostegno e adozione a distanza